- Cartella colori KREINIK
 

- Cartella colori KREINIK

da: Kreinik

La cartella dei colori metallizzati Kreinik è uno strumento indispensabile per selezionare al meglio la tipologia, il filato e il colore. Oltre a comode schede contenenti esempi reali dei vari filamenti è inclusa anche una scheda "in carta" con le varie tonalità di colore.


Leggi l'approfondimento del nostro blog


Ci sono 1 opinioni su questo prodotto. ... Forse manca la tua?

[FILKREmetalcard #2609]
Cartelle ColoriMetallizzati
€ 35.79 (incl. IVA)
 In Riassortimento


 
Filati metallizzati, seconda puntata: i Kreinik
Ciao a tutte! In una delle nostre ultime chiacchierate, avevo deciso di dedicare un po’ di tempo ai fili metallizzati: vuoi perché il Natale si sta avvicinando, vuoi perché – credo – non esista amante del punto croce che non abbia, almeno una volta nella sua vita di “ricamina”, provato a cimentarsi con questi filati che, pur con i loro difettucci, indubbiamente conferiscono a certi ricami una luce del tutto particolare!
Di certo, tra i best-seller in questa categoria, si collocano i famosi Kreinik. Andiamo a conoscerli un po’ più da vicino.

Questi filati vengono prodotti, fin dai primi anni Settanta, negli USA, da una società a conduzione familiare, fondata a quell’epoca da Estelle – che, guarda caso era un’appassionata di ricamo – e dal marito, che iniziarono la loro attività in modo del tutto casalingo! Come potete vedere qui:



La nostra offerta di Kreinik, conta sei referenze: di queste, ben cinque sono proprio filati metallizzati. Se tante di voi si sono chieste come si usano questi filati e perché la loro scelta è così ampia, ecco una rapida guida che, spero, via aiuterà ad optare la meglio, quando – anche voi – sarete prese dalla tentazione di provare un metallizzato!
Ma andiamo con ordine e partiamo dal Blending Filament:



Questo è un filato a un capo unico, pertanto indivisibile, che si può usare sia da solo, sia “doppiato” con un capo di un altro filato, come il classico moulinè, o altri, anche di lana! E’ ideale per il ricamo a mano, ma è utilizzabile anche per il ricamo a macchina e perfino per lavori all’uncinetto. E’ lavabile in acqua o a secco. Quando lo si usa accoppiato con altri fili, un buon sistema per “sposare” al meglio i due diversi capi di filato è quello di inumidirli con una spugnetta cosmetica (come quelle che usano i truccatori per stendere il fondotinta). Quando si parte con il ricamo, poi, è bene cercare di tenere il filato sempre nello stesso verso e ben steso, perché questo consente di ottenere la massima brillantezza finale nel nostro lavoro. Il consiglio in più: pensatelo come una specie di sottile nastrino, che, ogni tanto, dovete stendere con il polpastrello del vostro indice!
Come per qualsiasi altro metallizzato, inoltre, bisogna ricordarsi di usare gugliate non troppo lunghe – al massimo mezzo metro – e di lasciare penzolare spesso l’ago, in modo che qualsiasi eventuale attorcigliamento si disfi automaticamente. L’ago, infine, dovrebbe essere abbastanza grande da aprire bene il tessuto ogni volta che ce lo fate passare: questo eviterà un attrito troppo pesante tra le fibre del vostro tessuto e quelle del filato
Quanto sopra, vale anche per i due “Fine Braid”: l’8 e il 4



Anche questi due metallizzati si presentano a un capo unico e si differenziano per la consistenza – il 4 è più sottile dell’8 – e si adattano, quindi, a impieghi diversi: scegliete l’8 per il punto croce o il blackwork, e il 4 per rendere al meglio i dettagli più fini, come il luccichio degli occhi di una dama, i riflessi di uno specchio d’acqua, o il candido baluginare della neve in un paesaggio invernale. Non dimentichiamo, inoltre, che questi due Kreinik si prestano benissimo anche per le nostre creazioni di patchwork e per l’appliqué, anche a macchina, qualsiasi sia la versione che deciderete di provare: la “Basic” – quella fondamentale –, la “Hi Lustre”, ad altissima luminosità, la “Glow in the Dark”, quasi fluorescente e visibile al buio, la Vintage, perfetta per chi ama un effetto capace di revocare i ricordi di epoche lontane.
Il Kreinik Cable è, invece, un vero e proprio “cordoncino” ritorto, ideale per dare un deciso effetto tridimensionale ad alcuni dettagli del ricamo a punto croce – o, ancora una volta, di altri tipi di ricamo, tra cui il mezzopunto – come gli sfondi o i bordi, ma adatto anche alle creazioni di scrapbooking. Nel caso di questo particolare, e molto consistente, metallizzato, il consiglio più utile che posso darvi è quello di ricamare molto lentamente, perché solo così il risultato finale sarà davvero sorprendente: insomma, vale la pena portare un po’ di pazienza
Vi rubo ancora qualche istante di tempo, per i Kreinik Japan Threads: dei filati sintetici e molto lucenti, che si distinguono per la consistenza assolutamente liscia, piacevolissima al tatto e allo sguardo! Il loro aspetto, infatti, è proprio quello dell’oro, dell’argento e del rame puri ed è anche per questo che sono la scelta migliore per chi ama i ricami più ricercati . Come quelli dei paramenti ecclesiastici o delle tovaglie per gli altari, ad esempio, eseguiti sia a punto croce o scritto, sia con altre tecniche di ricamo o di cucito. Una sola raccomandazione: ricordatevi che i Japan Threads si possono lavare solo a secco!
Spero davvero di avervi fornito un piccolo, ma valido aiuto, per la vostra voglia di metallizzati... Aspetto le vostre domande e impressioni
Alla prossima chiacchierata e... Buon ago e filo a tutte!

 
  1 Opinioni sul prodotto (5.00

Anche questa cartella come quella dei filati dmc è un sogno...sapete essendo che mi disegno i miei ricami avere davanti i filati e i colori originali è un lavoro meno pesante....grazie casa cenina

Valutazione: [5 su 5 Stelle!]
Sconto 5%
Se ti iscrivi ora alla Newsletter
Visa - American Express - Mastercard - Sofort - iDeal - Paypal - Diners Club - Postepay - CartaSI
© Cenina S.r.l. - IVA : IT01651310516 - R.E.A. 128424
Fax: +39-0575-033115 - Tel: +39-0575-421407 - E-Mail: shopping@casacenina.com